.
Annunci online

 
dichter 
Giovanni Di Rubba
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca

BLOG "http://dichter.ilcannocchiale.it/", AUTORE DEL BLOG DOTTOR GIOVANNI DI RUBBA. GLI SCRITTI, IN LIRICA ED IN PROSA, PRESENTI IN QUESTO BLOG SONO OPERA DELL'AUTORE DEL BLOG, DOTTOR GIOVANNI DI RUBBA, E DI SUA PROPRIETÀ.


 

diario |
 
Diario
1visite.

15 ottobre 2015

Porgimi gli affanni in assonanza

           

Cos’è?

Non credo il cambio

stravolgente della pioggia

dagli occhi,

così per scadimento atroce,

per sopito dilemma dalle mani,

dai canti antichi disincantati,

neanche è un rimorso,

come sogno,

come rostro al centro,

al vertice qualunque

oppur in aree protette

per gioco perverso.

Sono forse le smagliature

del frastuono

che già vanno sicure

in conclusione

mentre tu diffidente

cambi accordo,

dal rock al folk

poi al rock,

ma dimmi,

tu dove sei? Tu che sei prona

sul letto ad incantare

ammiccante,

do7 sol.

In fondo la decisione

è stata presa,

sentenza inflessibile,

nessun gravame possibile,

tra noi solo silenzi,

incompatibili,

diversi,

magiche manie involontarie,

sì,

magari anche il cofanetto

e le tue gioie stampate

tra labbra violacee,

tra il mascara dark,

tra i nuovi indumenti. Avvinghiata

tra collane e piume,

sincretia,

sì,

dai,

lo ridico,

metti la gonna zingaresca,

metti i braccialetti

turchini, quelli alabastrini,

quelli iridei,

poi infine quelli con le borchie,

e sì.

Sarà quel tuo mah

a intrigarti vanitosa,

o anzi quel sospiro

di velluto,

quel baratto arabesco,

quell’intarsio da mercatino,

e poi,

e poi un paio di vinili,

o diamine l’artista,

proprio non ricordo il nome,

credo robetta spagnola

o francese,

panteista quindi o

dada,

sintetizziamo, dai,

anarcodecadente,

vana suadente,

scanzonatamente,

poi batte il piano lontano e forte,

t’aggio voluto bene, assai

(quell’assai lo dici tre volte).

Ci vediamo ancora?

Certo, ci vedremo

nel momento in cui avrai

finito i tuoi giorni

(dio che bastarda),

quando l’anima

si ricongiunge al corpo

(ma non è già congiunta,

mah,

e questa volta mah lo dico io),

quando magari

non sei più tu nemmeno

(io credevo che alla fine lo trovassi

me stesso

non lo perdessi,

continuo con i mah,

no dai,

faccio uno smile da sms),

quando percepirai l’assunto

e lo comprenderai in contemplazione.

Con fumetti

persi tra i denti

che non mostri,

nel momento che sostieni

il campanile trecentesco

ricco di scritte,

ah gli artisti di strada,

ci pensano già loro,

tengo nel palmo il tutto,

porgo il patrimonio decumano,

parlo invano.

O infine canticchiando

di nuovo, nell’istante

in cui ti scuoti,

fulgente neopalestrina

riproponi i tuoi contrappunti

gotici.

Scenderà la foschia

in pieno luglio partenopeo

per serviti

un paesaggio condito

e tundreggiante

sottomesso ai tuoi voleri,

poi un ululare scandinavo

sarà indipendente

dal suono germanico o vittoriano,

sarà quasi similfinnico.

Nell’ipotesi cambiassi idea,

sai dove trovarmi,

porgimi gli affanni in assonanza.

10 luglio 2015

Viaggio astrale in riflesso di tempesta stellare

           

NR YH 'BTRŠŠ W
GRŠ H 'A B ŠRDN Š
LM H 'A ŠL M SB'A
M LKT NRN L BN NGR LPHSY.

Alito inesperto
sul ripiano al furor del vento.

Urla arcaiche balestrali,
muschio, inebriamento astrale,
viaggio selenico e segugio
intarsiato nel metallo
a forma aguzza, dente felino.

È sulla spiaggia l'attesa.

PDN L'ŠMNMLQR
L'DN L'Š R ' ZP'L'Š
MN'B BN'BD MNB
N'BDTWYN BN HY
D RY BN BDGD
BN D'MLK BN H'B KŠ M'QL DBR Y.

Progresso progressive,
clastico calcareo anacronistico
nel proiettare immagini violette.

Paradigmatico l'incrocio
complesso ed epocale come adesso,
epica scissione psichica
della realtà sensibile
da quella intellegibile,
uniformità teorica
e superamento del quantico
e del relativo
nel flusso energetico imposizionato
ed ultratopico
presso l'orizzonte degli eventi
inaspettati,
violate leggi paradossali,
occhio di Ra,
ricordo, negativo parallelo,
animosa penetrazione divina
nella cordiale visita elettrica
della memoria,
inspiegabile è dir poco,
piuttosto inquantificabile
ma intuibile con successo scarso,
causalità invertita
l'accidente,
l'effetto genera la causa
ed il futuro modella il passato
refrattario e con geroglifico
sistema iconoclastico e binario,
intelletto artificiale.

Fuochi accesi ed intrapresi
rodono il fegato accostati
ad appostamenti di relitti sprofondati,
lo spirito aleggiava sulle acque,
le nozze bigotte proposte
e rimarcate deludenti
pretese violate,
la conoscenza civile
ostracismo dell'ardire,
domina da anni
la lotta darwiniana
senza genetica e malthiana,
non è follia
è semplicemente sbagliata.

Il bicchiere si ricompone dai cocci.
Resta tutto normale.

Viviamo dal principio
il circuito serpentino illuminato
avulso a senso spaziale,
parascrittura inusuale
del logos stanziale,
Dioniso umano morto e risorto,
mito caananeo.

Rifiuto usurpazione.

Ellittica trasmissione.
Velivoli d'oro,
argento dei bastoni,
navetta in terracotta.

 Brucia Tiro,
fiamme e mare eroico,
le arpe e la musica contemporanea
ha da sé, base di vermi,
base di vermi,
ha attratto a sé, base di vermi.

Non voltarti.

Sgancia intatto una miscela il Fato,
dacci forma, urla isteriche,
ossessioni, precisioni,
il risultato mina basi, basi di vermi,
cambieranno tempi e leggi.

Scelta Pallade alla luce del mattino,
scelta furba tra le greggi,
oggetto del declino, frastuono,
armamentario scarno,
mistico volteggiamento, pendente,
non si muove, non si muove,
spazio diagonale,
la via più lunga per l'oriente,
la via più breve cerca il vero,
scinde il quark pusillanime,
tra i Gesuiti il fisico,
lingotti,
liste destre, sinistre,
guarda in alto la virilità,
robotica, cibernetica, androide,
tridimensionale,
ologrammatica imperfetta,
l'ecosistema non si conserva,
termodinamica sbiadita
e tramontana,
quantico aperto,
andaluso passo,
stanza.

Urla da circa
trecento milioni di anni,
spara.

In periferia i barcollamenti,
gli indumenti, stilisti attacchini,
stiliti spazzini, latte, piante,
l'arte, non si finisce,
surrealismo, cerca un blocco,
serpens caput, ophiuchus,
sirpium serpin, canfora,
truce struscio vorticoso.

Ecco ipnotiche soluzioni
per sopire dall'esterno
un vuoto interiore,
maggiore il magone invernale,
tremo alle ginocchia
ai passi felpati cari, unanimi,
incolore, inodore, psichedelici,
stimolanti maggiori,
macchie lasciate a caso sul pentagramma,
base, falsetto, reverse,
sintetizzatore proteico sonoro.

Venere nel nautico imbroglio
trasmutato Baal in Crono,
il signore dei signori
reso accadico tempo trascorso
non a caso e sferico
da quattro punti concisi dialettici
ed intensi.

Sogno, sogno.

Ricerca amore,
ricerca del vero amore interiore,
ricerca in contemplazione,
canto dinanzi al volto divino
ed unico e trino, mistero egizio,
rito ittita, dominazione assira,
Tiro brucia ancora,
le arpe, le arpe, perdute,
perduti gli accordi coordinati,
ritmici, abbellimenti,
legali legati in rappresentanza.

Dall'età non c'è più crudeltà
nella pietà,
ecco il punto,
ancora tu.

Tre fiumi incrociati
nel giardino perduto.

Eccoci di ritorno
a lampioni spenti in periferie
inviolate da atteggiamenti
impulsivi e distratti
dal via vai dei gatti.

L'occhio di Ra,
l'occhio di Ra.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alito inesperto furor del vento occhio di ra ripiano scosceso porpora fiammeggiante phoinika krono kronos crono titani tartaro oscuro tartaro hermes vanagloria pallida dolcedo shadrapa shiaga reshef sidone tiro uzzu tharros urla arcaiche urla balestrali balestra inversa inebriamento astrale viaggio stellare riflesso siderale viaggio astrale viaggio selenico riflesso tempesta astrale tempesta stellare ode all’addormentato ode al sonno eos selene endimione segugio intarsiato metallo intarsiato segugio di metallo metallo a dente aguzzo dente felino attesa in sulla riva del mare mi fermai in sulla riva del mare progresso progressive clastico calcareo clastico calcareo anacronistico proiezione immagini violette immagini violette giovanni di rubba incrocio paradigmatico complesso epocale scissione epica scissione fisico psichica realtà sensibile realtà intellegibile realtà sensibile scissa volontà pensiero inverso personalissimo panismo panteismo panpsichismo nichilismo eteroindotto uniformità teorica superamento quantico flusso energetico imposizionato flusso energetico relativo flusso energetico ultratopico ultratopico ultratopia orizzonte degli eventi leggi paradossali leggi paradossali violate ricordo parallelo negativo parallelo universi paralleli ricordo negativo parallelo animosa penetrazione penetrazione divina animosa penetrazione divina visita elettrica visita elettronica visita elettrica cordiale visita elettrica della memoria flusso mnemonico di rubba inquantificato imposizionato intuibile successo scarso causalità invertita accidente effetto genera causa futruro modella passato eterno presente eternità statica movente rubba passato refrattario iconoclastico binario sistema iconoclastico sistema iconoclastico binario majorana ernetti passato geroglifico passato binario intelletto artificiale dichter selendichter rodere fegato fuoco all’uomo relitti sprofondati brucia alessandria biblioteca d’oblio spirito aleggiava sulle acque nozze bigotte pretese violate conoscenza civile ostracismo dell’ardire lotta darwiniana genetica malthiana bicchiere si ricompone dai cocci cocci aguzzi circuito serpentino circuito serpentino illuminato senso spaziale avulso parascrittura inusuale logos stanziale dioniso umano dioniso morto e risorto transustanziazione dionisiana mito caananeo baal tempo due tempi e metà di un tempo ellittica trasmissione ri8fiuto usurpazione velivoli d’oro argento dei bastioni navetta in terracotta fiamme e mare eroico arpe musica contemporanea musica contemporanea base di vermi base di vermi cambieranno tempi e leggi miscela del fato erinni urla isteriche ossessioni scelta pallade scelta pallade tra le greggi luce del mattino prima luce del mattino sapienza tra le greggi sapienza pastorale sapienza pastori armamentario scarno mistico volteggiamento spazio diagonale via lunga oriente via per il vero breve quark scisso quark pusillanime tra i gesuiti il fisico virilità robotica virilità telematica virilità cibernetica virilità virtuale virilità androide ologrammatica imperfetta virtù ologrammatica imperfetta termodinamica sbiadita nulla si conserva tutto è quantico passo stilisti attacchini stiliti spazzini serpens caput ophiuchus siripiun serpin canfora truce struscio vorticoso ipnotica soluzione venere nel nautico imbroglio base falsetto reverse comporre all’inverso calce cantica sintetizzatore proteico sonoro tempo accadico tempo accadico trascorso quattro punti concisi punti dialettici incisi amore interiore ricerca in contemplazione amore cerca bellezza dialettica etimologica volto divino unicità trina perduti accordi coordinati rito ittita dominazione assira legali legati in rappresentanza ecco il punto lampioni spenti in periferia gorgoglio dei lampioni fiumi incrociati giardino perduto via vai dei gatti

permalink | inviato da Dichter il 10/7/2015 alle 10:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
settembre        gennaio