.
Annunci online

 
dichter 
Giovanni Di Rubba
<%if foto<>"0" then%>
Torna alla home page di questo Blog
 
  Ultime cose
Il mio profilo
  Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom
 
  cerca

BLOG "http://dichter.ilcannocchiale.it/", AUTORE DEL BLOG DOTTOR GIOVANNI DI RUBBA. GLI SCRITTI, IN LIRICA ED IN PROSA, PRESENTI IN QUESTO BLOG SONO OPERA DELL'AUTORE DEL BLOG, DOTTOR GIOVANNI DI RUBBA, E DI SUA PROPRIETÀ.


 

diario |
 
Diario
1visite.

9 febbraio 2016

Hydra mentale

           

Passeggiando come traversando

decenni diroccati dell'età

dai sapori frantumati,

era il mattino pronto ad arrivare

mentre scendevo dalle scale,

ancora buio sopra la testa

occhi al vento con tellurico temporale

scalfito e tragico che si approssima

al rigurgito etilico della mattina,

stesa la fessura delle ante

e delle crepe come fosse vetrina,

guardando le mie unghie tinte di nero,

il resto del passato come schierato

dalle truppe, dalla paura trattenni il fiato,

si aprì il portone e fu un notturno fragore.

 

Guardai Milano e corso Garibaldi,

scintillando in file entusiastico,

iniziando a volteggiare

come un airone

che per non pensarci posa lo sguardo

altrove,

ti rividi dopo anni

un po' per caso,

un po' per violento nubifragio

decorato dalle remissioni

del Virus scandito

e nel lisergico chiarore claudicante

zoppicai dalla cornice

al pianto inabissato,

mi stesi a terra continuando

a fare scorgere immagini

imperfette

che dalla finitezza riversavano

sbocchi

verso affluenti inclinati

scorrendo in ruscello riservato,

come è stato ciò che è stato,

allora non ricordai chi ero

e nel silenzio rubacchiai un saluto

come oltraggio al destino.

 

Presi un foglio umido

e con l'inchiostro abbozzai il ricordo

oramai troppo lontano

di un uomo senza più gloria né rispetto,

di un uomo nella sua anima persa,

di un ragazzo quando il cellulare

era solo paura della prigione,

quando l'età era dell'innocenza

e il futuro come ora già vissuto,

poi con la tennens cercai di dimenticare

per poter tenere bene a mente

ciò che son stato

quando non ero,

ciò che sarò prima dell'ascesa

e della caduta,

prima del tempo di qualche venuta,

così resi tutto in mille pezzi,

il foglietto navigava

nella pozzanghera appena formata,

la pioggia nolana si dissipava.

 

Erano quattro quei cavalieri di parole,

di romanzi hardcore ricamati,

guardai la musica ed ascoltai

il sussurro dei miei libri

che si districava nella corrente

per elettrificare un quoziente

approssimato dal rifiuto

dell'assurdo risultato.

 

Risi di gusto davanti a te invecchiata.

 

Puntando tutto sulla conclusione

persi e ancora, ancora ridevo,

delle altrui imperfezioni,

delle loro decisioni,

di me sollevato come rondine

che assurgo l'ultimo sospiro

alla ragazza che mi ha dimenticato

per un'indifferente conoscenza,

per un ardito silenzio,

comunque non la biasimai

e in solitudine me ne andai.

 

Bucai quella voglia taciturna,

ascoltai ancora l'immagine

in sordina ma che non era

mica smarrita,

 

la via di ieri era in salita,

la rimonta in differita,

la spiaggia arrivò in ritardo

quando c'era già lo spasmo

dal cruente cuore d'arpilla,

arpia di giorni indispettiti,

mai così non mi ero indispettito,

la rabbia impotente conduce

alla follia se non sei auriga

del tuo stesso sentire

ontologico nel patrimonio

intellegibile e istintuale,

un rimbombo assurdo mentale,

un ridicolo pentimento, ok,

d'accordo, ora ti sento.

 

Guardai tutto come da un televisore,

la risata intensificata

e il foglio perso

fecero scrivere i tomi della mia vita

nell'animo di sconosciute

usate a mo' di inganno celebrale,

sull'asfalto restò il resto,

conciso coll'indelebile gesso

dell'indice accusatore della convenzione.

 

Schizai deciso come un sopruso

e resi il giusto a chi è dovuto,

me ne andai con il vento alle spalle,

i tuoi capelli agitati,

il pendolino e il numero di prestigio alle carte.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. hydra mentale idra hidra hidra mentale idra mentale passeggio spiovente spiovente passo solingo ossimoro risultante ossimoro decenni diroccati reggia diroccata dirocco bicocco bicocco bicocca bigotta fermento frumento sapori frantumati virus lisergico liserigioco risultato elettrificazione elettrificato quoziente quoziente elettrificato occhi vento occhi di vento occhi al vento tellurico temporale scalfito tragico rigurgito rigurgito etilico rigurgito etilico di prima mattina prima luce del mattino rigurgito mattutino fessura ante stesa fessura delle ante crepe vetrina etalage étalage unghie tinte di nero passato schierato resto del passato truppe paura fiato trattenni il fiato dalla paura resi il giusto a chi è dovuto gioco di prestigio carte gustavo rol notturno notturno fragore fragore fulgido fremito fremito scosso valvola fanzine kobra king of kobra milano corso garibaldi 1983 2001 file file entusiastico frame scandito volteggiare airone altrove risi di gusto davanti a te invecchiata nubifragio violento nubifragio chiarore claudicante lisergico chiarore claudicante cornice pianto pianto inabissato zoppicai zoppicai dalla cornice al pianto inabissato immagini imperfette nolano nolana pozzanghera nolana ruscello ruscello riservato affluente affluenti inclinati letto piatto patto pazzo cyberpunk oltraggio al destino non ricordai chi eri rubacchiai un saluto oltraggio umidità convessa foglio umido gloria rispetto cellulare prigione motorola età dell’innocenza innocenza abisso scaltro futuro già vissuto tennens oblio da tennens ascesa caduta venuta alterni interni corsi alterni esterno massimo vettore sentimento eterno etereo ditirambo pioggia nolana hardcore romanzi hardcore romanzi hardcore ricamati hard core hardcorde sussurro dei libri errore madornale sesquipedale error in gratia rifiuto approssimato rifiuto risultato assurdo risultato rifiuto approssimato dell’assurdo risultato ultimo respiro assurgo assurgo l’ultimo respiro ragazza ultimo respiro alla ragazza ragazza dimenticata indifferente conoscenza ardito silenzio bucai voglia taciturna vena vela bucai la voglia taciturna sordina immagine in sordina immagine sordina serpentina ieri in salita rimonta in differita arpilla cuore d’arpilla cuore arpilla ragazzo tenebra cuore di tenebra arpia giorni indispettiti auriga auriga folle auriga del tuo stesso sentire ridicolo pentimento rimbombo astrale rimbombo australe rimbombo mentale mentale rimbombo assurdo ridicolo rimbombo assurdo mentale risata risata intensificata ridere di gusto tomi tomi vita tomi della mia vita anima di sconosciute inganno celebrale inganno inganno celebrale gesso indelebile gesso indice accusatore convenzione indice accusatore della convenzione schizzai schizai deciso sopruso deciso sopruso schizai deciso come sopruso vento alle spalle pendolino gioco di prestigio mentalismo kobra king of kobra kobra 7 bad trip prof bad trip professor bad trip arte cibernetica booom hasta luego canaglia zingare grido sordo lisergico risultato inverso assunto indetto autogestite rimesse altere autogestiti rimesse altere

permalink | inviato da Dichter il 9/2/2016 alle 10:16 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa

30 agosto 2015

Romanzo secondo

           

Dove sei,

anima mia dolce

ed elettiva,

tu che crei virtù

dai vaneggiamenti miei decadenti?

 

Dov'è il tuo stile

oscuro e fascinoso

da brivido

ed ora da dimenticare

tra le tenebre del mondo

nostro senza noi

e senza ciò che

rendeva fantastico

il discorso

articolato

tra pallidi amori perduti?

 

La luce nei tuoi occhi

chiara in risvolto tracotante

tutta da veste arricciata

e stupita,

abbrividita

dalle parole di fuoco

scese sul tuo corpo,

l’unico importante,

dimentico di ogni realtà

e verità trascendente,

solo ardente.

 

Mi manca il tuo dondolio,

il cocktail senza ghiaccio in estate.

 

Mentre fumo la penna sguscia

e l'immagine si forma intatta

sulla tua pelle,

sei la mia poesia e le stelle,

nell'ombra respiro

e l'aria trasuda di te,

della tua follia,

del tuo sguardo acceso,

del nichilismo.

 

Pomigliano nell'aurora,

occhi che non so

decifrare piccola e suadente,

 gotico albore,

dopotutto resto a guardare

i tuoi cirri alla prima luce del mattino

tanto impressi

nella mia memoria,

le tue mani,

le tue mani aggrondanti la luna

nel tempo dall’umidio folle

di mille prati agghindati dal vento

del tuo nome superbo

 

il mio volto ancora ad accarezzare

tra la penombra

impresso vivido nella mente

come se non ci fosse altro

da ammirare

come se disimparassi in un tempo

ogni vagheggio

concreto

nel tuo etereo essere

concreta

con la noia a due palmi

e i dolci fiori

della stagione

delle tue parole,

principessa

vocetta inespressa

inaudita

e risonante melodie

parlate in sussurro

al risveglio del mio sogno

desto,

 

non ci dormo tenerella

tutta stupenda!

10 luglio 2015

Viaggio astrale in riflesso di tempesta stellare

           

NR YH 'BTRŠŠ W
GRŠ H 'A B ŠRDN Š
LM H 'A ŠL M SB'A
M LKT NRN L BN NGR LPHSY.

Alito inesperto
sul ripiano al furor del vento.

Urla arcaiche balestrali,
muschio, inebriamento astrale,
viaggio selenico e segugio
intarsiato nel metallo
a forma aguzza, dente felino.

È sulla spiaggia l'attesa.

PDN L'ŠMNMLQR
L'DN L'Š R ' ZP'L'Š
MN'B BN'BD MNB
N'BDTWYN BN HY
D RY BN BDGD
BN D'MLK BN H'B KŠ M'QL DBR Y.

Progresso progressive,
clastico calcareo anacronistico
nel proiettare immagini violette.

Paradigmatico l'incrocio
complesso ed epocale come adesso,
epica scissione psichica
della realtà sensibile
da quella intellegibile,
uniformità teorica
e superamento del quantico
e del relativo
nel flusso energetico imposizionato
ed ultratopico
presso l'orizzonte degli eventi
inaspettati,
violate leggi paradossali,
occhio di Ra,
ricordo, negativo parallelo,
animosa penetrazione divina
nella cordiale visita elettrica
della memoria,
inspiegabile è dir poco,
piuttosto inquantificabile
ma intuibile con successo scarso,
causalità invertita
l'accidente,
l'effetto genera la causa
ed il futuro modella il passato
refrattario e con geroglifico
sistema iconoclastico e binario,
intelletto artificiale.

Fuochi accesi ed intrapresi
rodono il fegato accostati
ad appostamenti di relitti sprofondati,
lo spirito aleggiava sulle acque,
le nozze bigotte proposte
e rimarcate deludenti
pretese violate,
la conoscenza civile
ostracismo dell'ardire,
domina da anni
la lotta darwiniana
senza genetica e malthiana,
non è follia
è semplicemente sbagliata.

Il bicchiere si ricompone dai cocci.
Resta tutto normale.

Viviamo dal principio
il circuito serpentino illuminato
avulso a senso spaziale,
parascrittura inusuale
del logos stanziale,
Dioniso umano morto e risorto,
mito caananeo.

Rifiuto usurpazione.

Ellittica trasmissione.
Velivoli d'oro,
argento dei bastoni,
navetta in terracotta.

 Brucia Tiro,
fiamme e mare eroico,
le arpe e la musica contemporanea
ha da sé, base di vermi,
base di vermi,
ha attratto a sé, base di vermi.

Non voltarti.

Sgancia intatto una miscela il Fato,
dacci forma, urla isteriche,
ossessioni, precisioni,
il risultato mina basi, basi di vermi,
cambieranno tempi e leggi.

Scelta Pallade alla luce del mattino,
scelta furba tra le greggi,
oggetto del declino, frastuono,
armamentario scarno,
mistico volteggiamento, pendente,
non si muove, non si muove,
spazio diagonale,
la via più lunga per l'oriente,
la via più breve cerca il vero,
scinde il quark pusillanime,
tra i Gesuiti il fisico,
lingotti,
liste destre, sinistre,
guarda in alto la virilità,
robotica, cibernetica, androide,
tridimensionale,
ologrammatica imperfetta,
l'ecosistema non si conserva,
termodinamica sbiadita
e tramontana,
quantico aperto,
andaluso passo,
stanza.

Urla da circa
trecento milioni di anni,
spara.

In periferia i barcollamenti,
gli indumenti, stilisti attacchini,
stiliti spazzini, latte, piante,
l'arte, non si finisce,
surrealismo, cerca un blocco,
serpens caput, ophiuchus,
sirpium serpin, canfora,
truce struscio vorticoso.

Ecco ipnotiche soluzioni
per sopire dall'esterno
un vuoto interiore,
maggiore il magone invernale,
tremo alle ginocchia
ai passi felpati cari, unanimi,
incolore, inodore, psichedelici,
stimolanti maggiori,
macchie lasciate a caso sul pentagramma,
base, falsetto, reverse,
sintetizzatore proteico sonoro.

Venere nel nautico imbroglio
trasmutato Baal in Crono,
il signore dei signori
reso accadico tempo trascorso
non a caso e sferico
da quattro punti concisi dialettici
ed intensi.

Sogno, sogno.

Ricerca amore,
ricerca del vero amore interiore,
ricerca in contemplazione,
canto dinanzi al volto divino
ed unico e trino, mistero egizio,
rito ittita, dominazione assira,
Tiro brucia ancora,
le arpe, le arpe, perdute,
perduti gli accordi coordinati,
ritmici, abbellimenti,
legali legati in rappresentanza.

Dall'età non c'è più crudeltà
nella pietà,
ecco il punto,
ancora tu.

Tre fiumi incrociati
nel giardino perduto.

Eccoci di ritorno
a lampioni spenti in periferie
inviolate da atteggiamenti
impulsivi e distratti
dal via vai dei gatti.

L'occhio di Ra,
l'occhio di Ra.


Tag inseriti dall'utente. Cliccando su uno dei tag, ti verranno proposti tutti i post del blog contenenti il tag. Alito inesperto furor del vento occhio di ra ripiano scosceso porpora fiammeggiante phoinika krono kronos crono titani tartaro oscuro tartaro hermes vanagloria pallida dolcedo shadrapa shiaga reshef sidone tiro uzzu tharros urla arcaiche urla balestrali balestra inversa inebriamento astrale viaggio stellare riflesso siderale viaggio astrale viaggio selenico riflesso tempesta astrale tempesta stellare ode all’addormentato ode al sonno eos selene endimione segugio intarsiato metallo intarsiato segugio di metallo metallo a dente aguzzo dente felino attesa in sulla riva del mare mi fermai in sulla riva del mare progresso progressive clastico calcareo clastico calcareo anacronistico proiezione immagini violette immagini violette giovanni di rubba incrocio paradigmatico complesso epocale scissione epica scissione fisico psichica realtà sensibile realtà intellegibile realtà sensibile scissa volontà pensiero inverso personalissimo panismo panteismo panpsichismo nichilismo eteroindotto uniformità teorica superamento quantico flusso energetico imposizionato flusso energetico relativo flusso energetico ultratopico ultratopico ultratopia orizzonte degli eventi leggi paradossali leggi paradossali violate ricordo parallelo negativo parallelo universi paralleli ricordo negativo parallelo animosa penetrazione penetrazione divina animosa penetrazione divina visita elettrica visita elettronica visita elettrica cordiale visita elettrica della memoria flusso mnemonico di rubba inquantificato imposizionato intuibile successo scarso causalità invertita accidente effetto genera causa futruro modella passato eterno presente eternità statica movente rubba passato refrattario iconoclastico binario sistema iconoclastico sistema iconoclastico binario majorana ernetti passato geroglifico passato binario intelletto artificiale dichter selendichter rodere fegato fuoco all’uomo relitti sprofondati brucia alessandria biblioteca d’oblio spirito aleggiava sulle acque nozze bigotte pretese violate conoscenza civile ostracismo dell’ardire lotta darwiniana genetica malthiana bicchiere si ricompone dai cocci cocci aguzzi circuito serpentino circuito serpentino illuminato senso spaziale avulso parascrittura inusuale logos stanziale dioniso umano dioniso morto e risorto transustanziazione dionisiana mito caananeo baal tempo due tempi e metà di un tempo ellittica trasmissione ri8fiuto usurpazione velivoli d’oro argento dei bastioni navetta in terracotta fiamme e mare eroico arpe musica contemporanea musica contemporanea base di vermi base di vermi cambieranno tempi e leggi miscela del fato erinni urla isteriche ossessioni scelta pallade scelta pallade tra le greggi luce del mattino prima luce del mattino sapienza tra le greggi sapienza pastorale sapienza pastori armamentario scarno mistico volteggiamento spazio diagonale via lunga oriente via per il vero breve quark scisso quark pusillanime tra i gesuiti il fisico virilità robotica virilità telematica virilità cibernetica virilità virtuale virilità androide ologrammatica imperfetta virtù ologrammatica imperfetta termodinamica sbiadita nulla si conserva tutto è quantico passo stilisti attacchini stiliti spazzini serpens caput ophiuchus siripiun serpin canfora truce struscio vorticoso ipnotica soluzione venere nel nautico imbroglio base falsetto reverse comporre all’inverso calce cantica sintetizzatore proteico sonoro tempo accadico tempo accadico trascorso quattro punti concisi punti dialettici incisi amore interiore ricerca in contemplazione amore cerca bellezza dialettica etimologica volto divino unicità trina perduti accordi coordinati rito ittita dominazione assira legali legati in rappresentanza ecco il punto lampioni spenti in periferia gorgoglio dei lampioni fiumi incrociati giardino perduto via vai dei gatti

permalink | inviato da Dichter il 10/7/2015 alle 10:31 | Leggi i commenti e commenta questo postcommenti (0) | Versione per la stampa
sfoglia
gennaio        marzo