Blog: http://dichter.ilcannocchiale.it

Nel respiro candido dell'aurora

           

Nel respiro candido

dell’aurora

odo silente il fruscio

della tua voce spersa

tra le note mute

del vento.

 

Cara mia speranza assurda,

guardo la tua grazia tenue

tra le leziosie dei miei occhi

spenti alle lacrime

ma furenti nel dolore!

 

Sei l’ultimo sussulto vittorioso

dell’immane sconfitta

di un eroe sperso,

 

sei il naufragio caro,

il prezioso approdo barcollante,

sei l’etereo ditirambo

di una vita sorda.

 

Cara melodia fulgida

nell’immenso fluttuare

dei marosi tra le dune

della mia disperata

illusione!

Pubblicato il 14/7/2015 alle 22.34 nella rubrica diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web